Blog >> Approfondimenti >> DIECI TRUCCHI PER RECUPERARE LA TUA AUTOSTIMA

DIECI TRUCCHI PER RECUPERARE LA TUA AUTOSTIMA

Letteralmente l’autostima è la fiducia e la stima che ogni soggetto possiede verso se stesso.

Come si costruisce l’autostima?

1Anche qui, come per altri processi psicologici già citati nei nostri vari articoli, dobbiamo fare riferimento al periodo evolutivo infantile.

L’opinione che un bambino ha di se stesso è la risultante delle valutazioni e giudizi che persone per lui significative hanno di lui, chiamato in psicologia Specchio Sociale. Il bambino vive in una società e sarà quindi in grado di confrontarsi; da questo confronto ne vien fuori una valutazione personale che concorrerà al formarsi di un’alta o una bassa autostima.

Sè reale e sé ideale
Per comprendere il processo di formazione dell’autostima dobbiamo necessariamente analizzare queste due componenti:
Sè ideale: come l’individuo vorrebbe essere. Più grande sarà lo spazio immaginario tra ciò che l’individuo è e quello che vorrebbe essere, minore sarà l’autostima
Sè reale: ciò che realmente l’individuo è.

Quando i genitori concorrono a causare una bassa autostima nel bambino?

  • Genitori iper critici.
    Quando i genitori pongono degli standard valutativi molto elevati per il bambino, anzi spesso addirittura impossibili da raggiungere, potrebbero causare un forte senso di colpa e di inferiorità nel bambino stesso. Il genitore iper critico può far nascere nel bambino un senso di autocritica molto elevato.
  • Genitori trascuranti.
    Quando il genitore dedica poco tempo al bambino sta a significare che anche le regole educative ne risentono, facendo crescere il figlio con un senso di solitudine che si porterà dietro nel tempo negando i suoi bisogni.
  • Genitori iper indulgenti.
    Accogliere ed accettare i limiti personali e della società fa si che il bambino cresca in modo equilibrato; se ciò non dovesse avvenire potremmo trovarci di fronte ad un bambino (poi adulto) annoiato ed incostante.
  • Genitori che negano le lodi.
    Le lodi, lo abbiamo ripetuto spesso, sono fondamentali nell’infanzia di un bambino che si sentirà apprezzato qualora dovesse aver portato a termine un compito correttamente. Se esse scarseggiano (o, sovente, sono inesistenti) il bambino crescerà con l’assenza di giuste spinte motivazionali. Lodatelo, ma senza esagerare!

Appurato che non è così raro possedere una bassa autostima, vediamo in dieci punti come cercare di aumentarla.

Pronti?

1. FATE COMPLIMENTI SINCERI
Negli altri spesso si tendono a vedere pregi e difetti che in realtà ci appartengono. Capita che spesso non riusciamo ad individuare i nostri lati positivi: cerchiamoli negli altri, e se riusciamo a trovarli complimentiamoci sinceramente

 2. NON PENSATE SOLAMENTE A VOI STESSI
La bassa autostima spesso viene accompagnata ad un’eccessiva concentrazione sul proprio essere con conseguente isolamento, che potrebbe però essere percepito come un giudizio negativo degli altri (“sto sempre solo perchè nessuno vuole stare con me”. Uscite di più, senza cercare l’approvazione altrui: quella che conta rimane comunque sempre solo la vostra e delle persone fidate!

3. AVETE RAGGIUNTO DEGLI OBIETTIVI? COMPLIMENTATEVI CON VOI STESSI
Grandi o piccoli che siano sono dei risultati ottenuti. Non è scontato riuscire a raggiungere dei traguardi prefissati, quindi scrivi gli obiettivi raggiunti e vanne fiero: sono sempre un punto da cui ripartire.

 4. BASTA FARE I GRILLI PARLANTI CON VOI STESSI
La perfezione non esiste!
Si può migliorare ciò che siamo attraverso sforzo, dedizione ed impegno, ma ciò non concorrerà a raggiungere la perfezione (che non esiste!).

 5. PARLATE IN PUBBLICO
Il vostro parere è importante (soprattutto per voi!). Esternatelo sempre, con educazione per quello altrui, ma non tenetelo mai silenzioso dentro di voi. Con il tempo vi riscoprirete leader, soprattutto per voi stessi.

 6. MANTIENI LA PAROLA DATA
Abbiamo detto che il raggiungimento degli obiettivi è importante; mantenere una promessa concorrerà a creare un’immagine di noi salda e sincera.

 7. OBIETTIVI IMPOSSIBILI? NO!
E’ stato affermato che una delle cause che concorre alla creazione di una bassa autostima nel bambino è quella di aver avuto a che fare con genitori che ponevano degli obiettivi impossibili. Ci sentiremo sempre inferiori ed inadeguati se il nostro obiettivo è quello di laurearci a 15 anni, no? Poniti degli obiettivi, seppur alti se vuoi, ma realistici!

 8. ANALIZZA GLI ERRORI FATTI
Ed evita di essere recidivo. Sbagliando si impara, giusto?

 9. PENSA POSITIVO
Motivati! La soluzione c’è, basta saperla trovare. E con la paura e la frenesia essa andrà sempre più lontano.

 10. FATTI AIUTARE
Non vergognarti a chiedere aiuto, i professionisti servono apposta! Se ti senti una persona con bassa autostima non sarà recriminarti che ti aiuterà. Rivolgiti ad un professionista, saprà, aiutarti a vedere altre prospettive.

I nostri centri